EMME è anche su:

giovedì 16 dicembre 2010

Londra.

Più che un post, questa è una galleria fotografica.. Ma cosa, più delle immagini, può essere usato per descrivere una settimana lontani da casa, in una delle capitali più affascinanti del mondo? Finalmente si parte: era un bisogno così forte da essere quasi fisico.. l'aria si faceva troppo pesante, e i muri di casa troppo stretti, per poterci stare ancora a lungo, e la vista del mezzo che ci avrebbe portato il più lontano possibile non poteva che rasserenarmi immediatamente, e farmi sognare un'intera vita volando attorno al mondo...
Una delle prime cose da annotare di Londra (e dell'Inghilterra intera, presumo) è il cibo. O meglio, il non cibo.. Perchè il posto dove abbiamo mangiato meglio è un ristorante italiano, il miticissimo 'Casa Mamma'.. per il resto, siamo sopravvissuti a MacDonald's, Burger King, Pret a Manger (vedi foto), Subways, e simili, tutte buone porcate di una terra che non sa esattamente cosa voglia dire sedersi a tavola..
Ma in compenso alla cucina, c'è da dire che Londra è davvero un posto meraviglioso.. per i monumenti, le persone, l'atmosfera, lo stile e la vitalità, di cui è davvero ricca.. Una città molto più grande delle nostre metropoli italiane, ma senza dubbio più abitabile e confortevole. Eccovi una vista del Tamigi, Big Ben e del nostro caro amico Ottaviano il gabbiano, che ci veniva a salutare ogni volta che ci avvicinavamo al fucking Thames.
E cosa ci poteva essere di meglio di un'impennata di un centinaio di metri, per osservare la freddolosa Londra da un poco più in alto? Una buona mezz'ora di lenta salita, e la vista notturna della città è davvero mozzafiato..
..c'è anche da tenere conto che il clima è stato molto clemente con noi, e anche le giornate più fredde erano seguiti da notti calde... hm.. o.. quantomeno umide.. e la sgocciolante condensa che ci dava il buongiorno ogni mattina all'ostello ne era la palese dimostrazione..
La serata a Camden Town è stata curiosa e affascinante.. per le persone, le strade, i locali.. Tre birrozze colorate al World's End, della buona musica, e tanta gente strana.
Ma ecco che un giorno, senza minimo preavviso, ci appare, in un qualsiasi treno dell'underground londinese, lui, il BOVI!!!.. perchè dire che quel tipo era solo uno che gli assomigliava, un sosia, sarebbe decisamente riduttivo...
Non potendo fare foto in tutti i musei che abbiamo visitato (e non potendo comunque postare qui tutte quelle fatte) ho pensato che questa potesse in parte riassumere il tutto.. la Venere degli stracci, tanta bella storia, tecnologia e arte classica, contemporanea e moderna, una montagna di opere, reperti, manufatti e testimonianze provenienti da tutto il mondo alimentano l'enorme ricchezza e magnificenza dei musei di Londra, tra i più grandiosi e ricchi del mondo...
Tutti che parlavano di questo Starbucks.. Sinceramente preferisco un cappuccino al cafféttino...
E come non citare, tra le bellezze della città, il Tower Bridge.. Maestoso e affascinante, qui in tre scorci: il primo, per intero, con il caro Ottaviano il gabbiano, il secondo in un'angolazione particolarmente bella, il terzo, immancabile, uno dei tanti componenti della cricca delle nocciole caramellate, nota gang londinese, che presto o tardi acquisiranno potere grazie ai soldi dei turisti, e rovesceranno il sistema.
Quando un povero biellese volle fare una telefonata ma scoprì che la cabina da lui utilizzata veniva più che altro usata come latrina...
Ed ecco l'infinita scalinata che porta nel sottosuolo della stazione della metro più vicina al nostro ostello (e ovviamente l'unica senza scale mobili), che con un po' di fatica abbiamo superato...
Ciò di cui non ho ancora parlato è la bellezza dei parchi della città.. oltre a essere molti e enormi, sono dei veri angoli di paradiso: volatili di ogni specie, scoiattoli, piante, laghi e laghetti, luna park e passeggiate in mezzo al verde che rendono umana e serena la vita in una così grande ed affollata città.
Naturalmente noi ci siamo goduti la bella nevicatina dell' "ultimo" giorno, illusi che la sera seguente avremmo dormito al calduccio nei nostri letti italiani.. e invece no!! Ed ecco due veloci scatti che riassumono il devasto e la follia di dover passare quasi 3 giorni in un freddo aeroporto crudelmente illuminato, che sembra essere costruito per farci tutto, ma davvero tutto, tranne dormire.
...ma direi che il bilancio dell'avventura è davvero positivo, e di certo i miei cari compagni di viaggio hanno contribuito a renderlo tale.. abbiamo imparato molte cose, molti trucchi del mestiere del viaggiatore, e di certo questo non è stato che il primo di una lunghissima serie di viaggi intorno al mondo, anche perchè.. come possiamo dire di conoscere noi stessi, se non conosciamo che una minima parte dell'immensa famiglia a cui apparteniamo e se non abbiamo visto nient'altro che un angolino dell'immensa dimora in cui viviamo?

M

domenica 21 novembre 2010

Un anno da un post.

Ieri sera, dando un'cchiata alla mia pagina ..::3mm3::.., notai che ormai piace a quasi 10.000 persone, e continuano ad aumentare, come una provvidenziale epidemia di un virus che fa diventare folle la gente a tal punto da apprezzare le mie assurde creazioni. Tutto ciò mi fa sentire particolarmente responsabile.. responsabile di tutta questa gente, di cui una parte è indifferente e non si aspetta nulla, mentre un'altra ha grandi aspettative, che io non posso assolutamente deludere, ed è per questo che il futuro più prossimo riserverà ai vostri occhi attenti molte interessanti (almeno spero) novità, e che Dio ce la mandi buona..

Questa immagine rappresenta un po' me e quella pagina, che mi ha dato non poche sorprese e soddisfazioni, numerose occasioni di creatività e infinite idee e progetti, le quali realizzazioni concrete si susseguiranno a poco a poco (mi auguro).

Un anno.. In un anno abbiamo fatto moOOolte discussioni, pubblicato molti lavori.. ricevuto apprezzamenti e anche qualche insulto.. Ma soprattutto sono felice di aver contribuito magari in minima parte alla pubblica cultura del web, e a renderlo un posto più colorato, più autentico e di certo più folle.

Ci vorrebbe solo un piccolo anello di congiunzione.. un filo che faccia sì che quella che è solo una pagina di Facebook venga in qualche modo a far parte della realtà concreta.. ma un poco alla volta anche questa fantascientifica trasposizione avverrà, statene certi..
 
M

giovedì 11 novembre 2010

Un anno da un sogno.

Ieri sera, rivivendo Bullet in a Bible (perchè quel concerto non si guarda, si vive..), ho rispolverato, come ogni volta, quell'energia apparentemente inesauribile che quella musica, quelle persone e quelle immagini riescono sempre a dare con così tanta immediatezza. In qualche modo quello è uno dei miei ideali di vita, il fragoroso amore condiviso con centinaia di migliaia di persone, il gridare la propria forza di vivere e i propri ideali con così tanta energia..

Questa fotografia mostra uno dei momenti più grandiosi della mia vita, se non IL più grandioso.. ma è stato solo un caso, un fortuito colpo di fortuna, o è stato un segno, un cartello che indica la strada? Quel giorno è scolpito nella mia mente e nel mio cuore, non tanto per quello che è successo, ma per quello che significa per me.. per quando assurdo possa sembrare, quella è una parte della strada che intendo intraprendere, in un modo o nell'altro.

Un anno.. In un anno le esperienze, silenziosamente, hanno prodotto molto humus, hanno lentamente fruttato e alimentato una certa sensibilità che spero sfoci presto in qualcosa di concreto..

Ci vorrebbe un buon bassista..

M


--- aggiunta del 20.11.10 ---

P.S.: ..quello che è avvenuto stanotte dimostra chiaramente l'inesistenza del caso.. Ritrovarmi, esattamente un anno dopo il grande evento sopra descritto, nel pavese a cantare American Idiot, Blitzkrieg Bop e Basket Case sul palco dei Dookie (tribute band dei GD), con Sorre alla batteria.. è stato fantastico, quasi un segno.. un'eco di quello che avvenne un anno fa.. un'eco destinata a ripetersi e crescere ininterrottamente...
Il fatto che tornando a casa abbiamo sfiorato Assago e il Forum..... conferma solo la mia teoria!

domenica 31 ottobre 2010

Un anno da una festa.

Ieri sera, Halloweenando all'RB, pensavo che è da molto tempo che non ci mettevo piede e che è stata una festa decisamente positiva (anche sotto un aspetto parzialmente educativo), eppure nell'ultimo anno le tecniche di divertimento/devasto sono state acutamente affinate, complici un'apertura a province extra-biellesi e il chiudere un occhio (anche due) sulla compostezza e moralità di determinate serate..

Questa fotografia mostra uno dei momenti più festaioli dell'altr'anno, un Halloween riuscito particolarmente bene.. ma perchè tanto accanirsi contro una festa così? Basta non guardare ai suoi aspetti esoterico-commerciali, guardare solo l'aspetto divertente e burtoniano della cosa, e non ci si può aspettare di meglio.. (sono certo che i nostri cari defunti sono più felici che ricordiamo l'oltretomba in maniera comica e divertente - anche se piove - piuttosto che chiusi in casa col musone).

Un anno.. In un anno sono successe così tante cose importanti da meritare tanti festeggiamenti? ..penso di si.. il fatto è che ai grandi eventi diamo troppo rilievo, mentre a moltissimi piccoli fatti quotidiani non addossiamo la minima importanza, perciò essi si accumulano e sfociano in questi apparentemente immotivati ma sicuramente fondati momenti di follia collettiva.

Ci vorrebbe anche una cosa come una non-festa.. una cosa che serva a "celebrare" o cmq a esorcizzare i momenti brutti, come le feste esaltano quelli belli, ed equilibrare così la bilancia dell'umore collettivo..

M

domenica 17 ottobre 2010

Un anno da un impegno.

Ieri sera, assistendo alle partenze a Bagneri, mi sono ricordato, dopo molto tempo, che anche io sono un essere pensante. Sì, è da molto tempo che faccio, faccio e faccio (o non faccio), senza riflettere più di tanto.. senza un minimo esame di coscienza.. per molti motivi (o per molte scuse) è da diversi mesi che sto andando avanti per inerzia, facendo molto e pensando poco..
Questa fotografia mostra uno dei momenti più importanti della mia vita, se non IL più importante... ma è stato solo un giorno, o è tutta la mia vita, quell'attimo? Credo ancora in quello che ho scritto qui, e che ho letto davanti a tutto il mondo il 3 ottobre 2009? Perchè lì c'è scritto tutto, tutto quello che io voglio fare... ma lo sto facendo?
Un anno.. In un anno ho fatto molto, ma ho dato il massimo? ..non credo.. eppure tante opportunità di realizzare i miei sogni come nell'ultimo anno, non ne avevo mai ricevute..
Ci vorrebbe una carica esplosiva, un detonatore di misure sproporzionate, per riaccendere i motori, e riPartire alla grande...

M

lunedì 6 settembre 2010

..non può far altro che piovere.. | :(((

..e anche se tutto il resto stava andando per il meglio,
il crudele destino ha voluto affondare la sua fredda lama..

..ora i miei arti non mi reggono più come dovrebbero..

..ora il carburante è finito, e non ce n'è più dell'altro..

..ora mi accorgo di aver imboccato la strada sbagliata,
ma è a senso unico, e non vedo svincoli..

..non posso far altro che abbandonarmi al vento,
spero che almeno lui sia misericordioso..

☉☉
3mm3

lunedì 19 luglio 2010

Dubbio e attesa | :((

***
Ci sono poche cose più logoranti dell'attesa dubbiosa che un sogno si realizzi, ricevendo, dai fatti stessi, un giorno luminosi incoraggiamenti e l'indomani tristi disillusioni, e così via, per mesi.. temendo sempre di più che il peggio si realizzi, e che l'iniziale ottimismo si perda e si consumi, in mezzo a tante, troppe seghe mentali...

Questo o Quello? Sicurezza o Avventura? Tranquillità o Rischio? Amicizia o Amore? Convinzione o Abbandono ai fatti!?... Sono l'uomo felice, sognatore e soddisfatto di sempre.. può un tale dubbio togliermi il sorriso?

☉☉
3mm3

martedì 4 maggio 2010

chatting with myself | :(

- ciao

- wei! chi si vede!!

- come stai?

- massì non c'è male!!... te?

- mah guarda.. non proprio bene

- come mai? che c'è?

- beh tutto sommato va tutto bene... ma c'è qualcosa che... non so.. pensavo fosse facile, invece non lo è affatto... pensavo fosse semplice, invece devo ricredermi

- .........

- ci sei ancora?

- si certo.. mi chiedevo di cosa si tratti..... ?

- oh lo sai bene di che si tratta... è che non so.. per tanto tempo sei felice e contento... e poi di colpo un peso che hai nascosto per anni riappare lì, più infame che mai, a opprimerti senza via di scampo..

- ma sono certo che durerà poco.. dai alla fine sono solo passeggeri, questi momenti.. non è nulla di grave, no?!

- no beh, nel mondo c'è molto peggio di queste, che alla fine sono solo inutili seghe mentali.... ma..

- ma?

- ma ho paura.

- ?

- ho paura che questa sia l'ennesima illusione, che sia l'ennesima volta in cui dovrò rassegnarmi a non poter cambiare i fatti, a non poter cambiare le persone...

- ma piantala, che hai sempre un culo pauroso, ti va tutto bene...

- si hai ragione... ma stavolta ho paura, ti ho detto... mi sono illuso troppo, e troppo in fretta..

- guarda, ti dico una cosa: c'è davvero una folla, di gente che vorrebbe avere quello che hai tu, fare quello che fai tu, vivere quello che hai vissuto tu... e se per caso ti andasse male una volta (non che sia per forza detto che debba andar male..), sono convinto che tu possa farcela, possa rialzarti senza far troppe storie, come hai sempre fatto finora... e tu sai con l'aiuto di chi..! non di certo solo il mio!!

- si lo so.. mi ha sempre aiutato, lui.. temo solo che tutto quello che accadrà dopo sarà soltanto un'ombra di quello che poteva essere, se...

- se, se, se... fottitene dei se! Non ti dico di vivere alla giornata, ma metticela tutta, e prendi quello che viene, quello che non sarà non sarà, e quello che sarà sarà!!

- vorrei essere ottimista come al solito.. ma mi sa che stavolta ho sbagliato a dissotterrare una bestia così grama... vedremo vedremo....

- dai su devo andare ora, fatti forza e smuoviti un po', eh!

- lo farò! (:

- buonanotte!!

- se se magari..!! ho una relazione, da finire..!

- beh allora.. buona relazione!!! (:

- ne dubito!!.. adieu

☉☉
3mm3

giovedì 29 aprile 2010

...Suoni


..trasmettere qualcosa con soli suoni..
è qualcosa di particolarmente alieno, no?.. non riuscirò mai a capire il mistero per cui delle vibrazioni dell'aria, non riconducibili a concetti, come le parole, possano scatenare nell'animo umano così potenti e concrete sensazioni, o addirittura sentimenti..
..E non credo che sia possibile vivere senza le sensazioni e sentimenti legati a particolari melodie.. almeno, io lo faccio da quando sono nato, e voi?

E nel descrivere una vita ci sarebbero da suonare innumerevoli melodie, che spesso risvegliano nella mente più immagini e ricordi di quanto non lo facciano delle fotografie...
Le note potenti di una sinfonia, il ritmo del rock, l'energia del punk e la tranquillità di una ballata... sono certo che non facciano parte dello spazio e del tempo, anche se da essi sono prodotti, ma li trascendano, entrando in contatto con l'eterno.. sarebbe altrimenti inspiegabile la reazione che l'uomo ha davanti a tali melodie: ulteriore prova dell'esistenza di un'anima, dentro di noi, a differenza del resto delle creature...

Non si potranno comunicare concetti, ma di certo molto altro, con i soli suoni.

Chi è in grado di suonare le emozioni?

M

lunedì 12 aprile 2010

...Immagini...


... ma senza le immagini, è possibile comunicare?
Penso che sia possibile, sì..
Ma... personalmente, non credo di potermi raccontare senza ricorrere a immagini, in quantità industriali, come ho fatto anche solo negli ultimi tre anni...
Forse sono soltanto inchiostro su carta, oppure pixel.. ma sono come un'estensione della parola, una lingua completa e profonda, che, conoscendola in minima parte, permette di comunicare come nemmeno interi volumi scritti possono fare.

E ci sarebbero da mostrare mille e mille foto anche solo per comunicare gli avvenimenti degli ultimi 5 mesi...
ma può un'immagine comunicare agli altri quello che significa per me?
L'immagine mia con un omino biondo, poco più basso di me...
La visione di una sala piena di gente, in cui non si nota l'angolo in fondo a sinistra...
Un'apparentemente banale foto di gruppo...
..c'è un modo per comunicare non solo ciò che è rappresentato visivamente, ma anche tutto ciò che comporta tale immagine?

Forse non si può avere una comunicazione completa, con sole immagini, o forse sì..

...qualcuno è mai riuscito a disegnare le emozioni?

M

mercoledì 7 aprile 2010

Parole...


...davvero curioso come più un concetto sia indescrivibile con le parole, più se ne usino per tentare di descriverlo...
...è davvero curiosa e impressionante la massa di lettere e parole utilizzate, anche solo negli ultimi tre anni, per parlare di situazioni indicibili, sentimenti inesprimibili, speranze improponibili, deliri inesplicabili...
Sembrano parole al vento, fiato sprecato.. ma qualcosa mi dice che anche il tempo perso, le parole apparentemente inutili, presto torneranno utili, se non indispensabili, per andare avanti!!

E nell'inaugurare questo nuovo spazio immaginario (perché si vede, ma di per sè non esiste affatto) ci sarebbe da spendere un'altra tonnellata di parole, almeno sugli ultimi 5 mesi...
ma come fare? ..
..com'è possibile descrivere a parole quello che si prova ad abbracciare e fiancheggiare davanti ad un'immensa folla una persona che ti ha cambiato radicalmente la vita, molto tempo prima di chiamarti al suo fianco...
..che parole posso usare per rendere l'idea di cosa ho provato, un mese dopo, riavvicinandomi ad un palco, e godendomi l'immensità della
MUSica (leggesi miùsica) che mi ispira e fa sognare da anni...
..quali assurde frasi si possono mettere insieme, per descrivere il riconoscimento per i 30 bambini che danno senso ad ogni domenica, che abbattono la mia pigrizia, che mi fanno svegliare presto alla mattina per combinare qualcosa di utile...
..come si può descrivere un innamoramento, che sia per una persona o che sia per un'idea...
..la meraviglia, la vergogna, la soddisfazione, la rabbia, l'amore...

Non si può essere chiari a parole, perchè scrivendo solo i fatti non si renderà mai giustizia delle reazioni che quei fatti hanno comportato..

..prima o poi qualcuno ci riuscirà, a scrivere le emozioni..?

M